Europrogettazione: strumenti, tecniche e opportunità

Edizione:16° edizione A.A. 2016/2017
CFU: 12. (validi anche per la formazione continua degli ordini professionali)
La iscrizione è compatibile con la contemporanea frequenza di un corso di laurea (triennale o magistrale)

Direttore: Ekaterina Domorenok
Collegio Docenti: Marco Bassetto, Ekaterina Domorenok, Paolo Roberto Graziano, Rita Nardo, Valentino Piazza, Gianluca Toschi

Durata: 62 ore di didattica frontale; 40 ore di didattica a distanza;198 ore individuali da marzo a giugno 2017
Frequenza: L'attività didattica frontale avrà inizio a gennaio 2017 e terminerà entro il mese di marzo. Le lezioni in aula avranno luogo il venerdì pomeriggio dalle 14:00 alle 18:00 e il sabato mattina dalle 9:00 alle 13:00.
Contributo d'iscrizione: 1440,50 €; è prevista la suddivisione in due rate del pagamento (prima rata 840,50).
Il corsista può presentare istanza di rinuncia agli studi in qualsiasi momento, tuttavia se la domanda viene presentata dopo il 1 aprile 2017 sarà tenuto al pagamento della seconda rata.
Numero massimo degli iscritti: 20
Scadenza della presentazione delle domande di preiscrizione: 29 novembre 2016 (ore 12.30 chiusura procedura compilazione domanda on-line / ore 13.00 consegna domanda cartacea)
Pubblicazione graduatoria:  entro 12 dicembre 2016
Scadenza iscrizione vincitori: 22 dicembre 2016
Lezione inaugurale: 14 gennaio 2017 ore 10, Aula Seminari, Dipartimento SPGI, Via del Santo 28, Padova 
Lezione conclusiva: 01 luglio 2017
Avviso di ammissione: http://www.unipd.it/corso-aggiornamento-europrogettazione

Finalità e obiettivi formativi
Metodologia e percorso formativo
Docenti
Regole di ammissione
Programma 2016-2017


Finalità e obiettivi formativi

Negli ultimi decenni l’Unione Europea ha sviluppato un complesso e articolato sistema di strumenti finanziari che sostengono progetti nei più svariati ambiti, dalla formazione professionale all’ambiente, dalle energie rinnovabili alla cooperazione culturale. Molteplici sono gli aspetti che occorre conoscere per poter operare in modo efficace nel mondo della progettazione: non basta saper sviluppare una buona idea progettuale per ottenere un finanziamento, ma occorre conoscere le regole finanziarie e di gestione per non perdere le risorse assegnate.
Il Corso di Aggiornamento in Europrogettazione offre un percorso formativo solido e approfondito in programmazione e progettazione europea, avvalendosi di un’esperienza consolidata di formazione, ricerca e progettazione nell’ambito europeo di un team di docenti universitari ed esperti che collaborano con il Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali.
Il Corso fornisce conoscenze approfondite sul sistema dei finanziamenti erogati dall'Unione Europea, con riferimento agli strumenti di indirizzo politico, ai meccanismi operativi di attuazione e ai principali attori del sistema. Oltre alle nozioni teorico-metodologiche, il corso permette di acquisire gli strumenti e le tecniche di europrogettazione, richieste nelle diverse fasi del ciclo progettuale.
Al termine del percorso, dunque, i corsisti sapranno identificare le opportunità di finanziamento indicate per le diverse tipologie di beneficiari e avranno sviluppato le competenze di project management necessarie per impostare e gestire progetti europei.

Competenze e settori occupazionali
Saper orientarsi nel sistema estremamente complesso dei finanziamenti europei, così come costruire e gestire i progetti richiede una serie di conoscenze e competenze specifiche, che il corso si prefigge di fornire, ovvero:
• una conoscenza approfondita del sistema degli aiuti finanziari e delle sovvenzioni europee erogati attraverso strumenti diretti e indiretti;
• conoscenze teorico-pratiche degli strumenti metodologici e tecnico-organizzativi dell’europrogettazione;
• competenze operative di project-management necessarie per operare all’interno di progetti europei nelle diverse fasi del ciclo progettuale.

Destinatari
Accedere ai finanziamenti comunitari e saperli gestire costituisce un’esigenza lavorativa fondamentale per un numero sempre più ampio di professionisti delle Amministrazioni Pubbliche, degli Enti della Formazione, delle Associazioni di categoria e del Terzo settore. Il settore dell’europrogettazione apre, inoltre, uno stimolante percorso di crescita professionale per i giovani (neo-laureati), sia in Italia che all’estero.
Il Corso è pensato per rispondere alle esigenze formative di quanti intendono qualificarsi professionalmente nel settore del project management, offrendo l’opportunità di acquisire, sistematizzare e consolidare le proprie conoscenze e abilità, riconducendole ad un quadro teorico e metodologico appropriato.
Al fine di fornire conoscenze puntuali su alcuni aspetti specifici di progettazione e di gestione dei finanziamenti europei, il corso prevede il coinvolgimento di esperti competenti in alcuni ambiti prescelti.

Moduli formativi

1. Politiche e programmazione dell’UE – un breve modulo propedeutico che illustrerà il nesso tra le dinamiche politico-istituzionali nell’UE e la gestione delle risorse finanziarie, con particolare riferimento al funzionamento del bilancio e della programmazione comunitaria.
2. Sistema di strumenti finanziari europei – a seguito di una rassegna delle diverse tipologie di strumenti di sovvenzione attivati nel Quadro Finanziario Pluriennale 2014 2020, si procederà con approfondimenti sul meccanismo di funzionamento dei Fondi strutturali e di investimento europei (Fondi SIE) e dei programmi a gestione diretta della Commissione europea. Nella prima parte del modulo si prenderà in esame il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), sia con riferimento alla programmazione a livello regionale (Programma Operativo Regionale) e nazionale (Programma Operativo Nazionale) sia nell’ambito della Cooperazione Territoriale Europea. Nella seconda parte saranno esaminati in modo dettagliato due programmi tematici che si ritengono rilevanti per un’ampia cerchia di soggetti pubblici e privati: Horizon2020 (compreso lo strumento SME) e Erasmus+.
3. Tecniche e metodologie di progettazione – il modulo sarà dedicato all’apprendimento degli strumenti metodologici e delle tecniche necessarie per la progettazione, la gestione e la valutazione dei progetti. Gli strumenti di project management saranno affrontati in modo integrato, secondo la loro naturale sequenza di lavoro all’interno del ciclo di vita del progetto. Per ognuna delle fasi del ciclo, saranno analizzati i principali task operativi e si esamineranno le figure professionali che se ne occupano, ponendo particolare attenzione ai profili emergenti in europrogettazione. Si affronteranno specificatamente gli strumenti di project management promossi dalla Commissione Europea: ciclo di progetto, quadro logico, metodologia GOPP, fattori di sostenibilità, Work Breakdown Structure. Questi strumenti saranno analizzati nel loro contesto operativo di impiego, applicandoli a casi concreti di bandi europei per sovvenzioni e di progetti europei realmente approvati.
4. Project work. Consisterà in un laboratorio pratico per la compilazione guidata dell’application form di un bando europeo a partire da un caso di studio reale.
Nell’ambito di tutti i moduli, le lezioni frontali si alterneranno con seminari di approfondimento condotti da esperti. Una parte di queste attività sarà svolta a distanza con l’utilizzo di strumenti di e-learning.

Docenti

Marco Bassetto – consulente e formatore nell’ambito della programmazione integrata per lo sviluppo locale, con particolare riferimento ai Fondi strutturali dell’UE. Si è occupato di assistenza tecnica alla programmazione e progettazione presso diversi enti della Regione Veneto, collaborando alla stesura dei documenti operativi, nonché all’animazione territoriale. È stato docente di svariati seminari di approfondimento relativi ai temi della programmazione comunitaria 2014-2020, dei modelli di governance per lo sviluppo e della programmazione locale integrata.

Ekaterina Domorenok - è Professore di Scienza politica presso l’Università di Padova, dove insegna Politiche dell’Unione Europea e Governance of Local Development. I suoi interessi di ricerca riguardano principalmente la governance e le politiche europee, in particolare in materia di sviluppo regionale, coesione, ambiente ed energia. Negli anni ha svolto attività di ricerca e consulenza nell’ambito di svariati progetti europei e ha curato numerosi moduli di formazione nell’ambito della programmazione dei fondi strutturali dell’UE.

Paolo Graziano - è Professore di Scienza politica presso l’Università di Padova, Professore a contratto presso l’Università Bocconi di Milano e Chercheur associeé presso l’Osservatorio sociale europeo di Bruxelles. È autore di diversi libri (monografie e curatele) e numerosi curatele di numeri monografici e articoli apparsi su riviste internazionali. Insegna Scienza politica, politica comparata, analisi delle politiche pubbliche ed è da diversi anni coordinatore del Corso breve in ‘Europrogettazione’ dell’ISPI – Istituto per gli Studi di Politica Internazionale, Milano. Oltre all’attività di insegnamento e ricerca, nel corso degli anni è stato consulente di Organizzazioni non governative (ONG), istituzioni locali, nazionali e europee.

Rita Nardo – dopo la laurea in Politiche dell’Unione Europea all’Università di Padova, ha conseguito il Master in European Politics and Administration del Collegio d’Europa di Bruges, specializzandosi nelle politiche europee per lo sviluppo locale in una prospettiva multilivello. Dal 2011 collabora con la Sede di Bruxelles della Regione Veneto come esperta di fondi a gestione diretta e consulente in tema di politica di coesione e cooperazione territoriale. Dal 2014 lavora presso l’Autorità di Gestione del POR FESR Veneto, seguendo gli interventi per lo sviluppo territoriale. Ha svolto attività di docenza presso l’Università di Padova e altri enti, sul tema dello sviluppo locale e delle politiche europee.

Valentino Piazza - laureato in Scienze Agrarie all’Università di Padova, si è successivamente specializzato presso la stessa Università in diritto, economia e politiche dell’Unione Europea (Facoltà di Scienze Politiche) e in e-learning e formazione integrata (Facoltà di Scienze
della Formazione). Oltre ad essere stato titolare di svariati moduli di formazione in materia di europrogettazione presso l’Università di Padova, la Venice International University, il Training Centre on International Cooperation di Trento, ecc., ha maturato una solida esperienza (25 anni) nell’ambito della cooperazione allo sviluppo, collaborando con le ONG italiane e straniere. Si è occupato sia della progettazione che della gestione dei programmi e progetti, con particolare riferimento al sistema delle sovvenzioni e dei finanziamenti dell’Unione Europea.

Gianluca Toschi – è professore a contratto di Economia dell'integrazione europea presso l'Università di Padova e ricercatore presso Fondazione Nord Est. I suoi argomenti di ricerca riguardano i processi di integrazione regionale, la politica industriale, l'innovazione e i cluster di imprese. Dal 2011 è consigliere del GEI - Gruppo Economisti di Impresa e membro dell'Associazione Italiana di Scienze Regionali (AISRE). Dal 2016 è membro del comitato scientifico di Fondaco Europa.

Regole di ammissione

E’ possibile scaricare l’avviso di ammissione al corso di Aggiornamento Professionale “Finanziamenti Europei per lo sviluppo locale: fondi strutturali e europrogettazione” al seguente indirizzo:
http://www.unipd.it/corso-aggiornamento-europrogettazione.
1.COMPILAZIONE ON LINE DOMANDE DI PREISCRIZIONE
1.1. Sistema di autenticazione
È possibile collegarsi al sito: https://uniweb.unipd.it a partire da 1 agosto 2016 per compilare la domanda. In primo luogo è necessario autenticarsi nel sistema:
a) se il candidato è già registrato perché ha già carriere attive o pregresse presso l’Ateneo di Padova può cliccare “Login” e inserire username e password; in caso di difficoltà utilizzare il “Modulo Uniweb Post Lauream – username/password”, reperibile alla pagina http://www.unipd.it/modulistica-0 , alla voce “Modulistica Corsi di aggiornamento professionale”;
b) se il candidato si collega per la prima volta deve selezionare “Registrazione” e munirsi di username e password.
1.2. Compilazione on-line
Effettuato il login:
1. cliccare su “Didattica” e scegliere “Preimmatricolazione ad accesso programmato”;
2. cliccare in basso su “Preimmatricolazione corsi ad accesso programmato” e successivamente scegliere la tipologia “Corsi di aggiornamento”;
3. scegliere il Corso cui si desidera preiscriversi;
4. compilare la domanda;
5. cliccare su “Stampa riepilogo preimmatricolazione” e stampare la domanda (unitamente alla domanda verrà stampato il modulo per effettuare il pagamento di Euro 31,00 quale contributo di preiscrizione).
In caso di difficoltà è attivo il Servizio Assistenza telefonica Formazione Post Lauream:
recapito tel. 049-8276373/6374; orari: da lunedì a venerdì, dalle ore 10,00 alle ore 12,30
indirizzo e-mail lauream@unipd.it
1.3. Pagamento del contributo di preiscrizione
Il versamento del contributo di preiscrizione di € 31,00 non è rimborsabile, indipendentemente dall’esito della selezione o dall’attivazione del Corso.
Il pagamento può essere effettuato:
a) presso tutti gli sportelli della Cassa di Risparmio del Veneto SpA (senza commissioni);
b) presso qualsiasi altro Istituto di credito del territorio nazionale (con commissioni);
c) tramite Home Banking della Cassa di Risparmio del Veneto SpA e delle banche del Gruppo Intesa Sanpaolo;
d) tramite Home Banking di qualsiasi altro Istituto di credito;
e) presso gli sportelli Automated Teller Machine (ATM) della Cassa di Risparmio del Veneto SpA con bancomat di qualsiasi altra banca;
f) presso gli sportelli ATM di qualsiasi altro istituto di credito; (per i pagamenti con modalità ATM è necessario digitare il codice identificativo riportato nel Bollettino Mediante Avviso -MAV- ).
g) Tramite Home Banking e a mezzo sportelli ATM per i possessori di Carta ricaricabile “Superflash”
2. PRESENTAZIONE DOMANDE DI PREISCRIZIONE
2.1 Modalità di spedizione via internet
Entro e non oltre le ore 13,00 del 29 novembre 2016 la domanda può essere spedita tramite Posta Elettronica Certificata PEC al seguente indirizzo: dipartimento.spgi@pec.unipd.it , da parte di un emittente in possesso della PEC, secondo le rispettive modalità:
a) con firma digitale apposta sulla domanda e su tutti i documenti in cui è prevista la firma autografa, unitamente alla copia della carta d’identità e alla copia del pagamento del contributo di preiscrizione;
oppure:
b) mediante trasmissione in pdf della domanda sottoscritta con firma autografa e della relativa documentazione, unitamente ai documenti per i quali è prevista la firma autografa, alla copia della carta d’identità e alla copia del pagamento del contributo di preiscrizione;
oppure:
c) tramite posta elettronica certificata governativa personale del candidato, unitamente alla sopraddetta documentazione
2.2 Modalità di spedizione dei documenti su supporto cartaceo.
In caso di scelta della consegna dei documenti su carta, è possibile, entro e non oltre le ore 13,00 del 29 novembre 2016 inoltrare la domanda firmata in autografo e la relativa documentazione, a mezzo posta o consegnata a mano al seguente indirizzo:
Segreteria Didattica Post Lauream
Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Via del Santo, 28 – 35123 PADOVA (Italia)
Non farà fede il timbro postale
Il mancato rispetto del termine indicato per la presentazione della domanda di preiscrizione, sia on-line sia cartacea, comporta l’esclusione dalla selezione.
2.3 Documenti da allegare alla domanda
Alla domanda devono essere allegati:
a) curriculum;
b) copia del diploma di studio e relativa dichiarazione di valore;
c) ogni altra documentazione ritenuta utile per la valutazione dei titoli posseduti (diploma o tesi di laurea, attestati di corsi di studio inerenti, articoli e altre pubblicazioni inerenti, ecc.);
d) traduzione dei documenti in italiano o inglese (se non già redatti in una lingua veicolare);
e) copia della ricevuta del pagamento di Euro 31,00 quale contributo di preiscrizione;
f) copia del documento di identità personale in corso di validità;
g) copia del passaporto in corso di validità se cittadini extra comunitari.
3. CANDIDATI IN POSSESSO DI TITOLO DI STUDIO CONSEGUITO ALL’ESTERO – MODALITÀ DI AMMISSIONE
3.1 Candidati in possesso di titolo di studio conseguito all’estero – Presentazione domande di iscrizione
I candidati in possesso di titolo di studio conseguito all’estero devono presentare la domanda entro e non oltre le ore 13,00 del 29 novembre 2016 al Servizio Formazione Post Lauream:
a) presso lo sportello in Via Ugo Bassi, 1 Padova - orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle 12,30, il martedì anche dalle ore 15,00 alle 16,30, il giovedì orario continuato dalle ore 10,00 alle 15,00;
b) a mezzo posta al seguente indirizzo: Servizio Formazione Post Lauream – Via VIII Febbraio,2 – 35122 Padova.
Oppure la domanda può essere inviata via internet, entro la data sopraindicata, con le medesime istruzioni indicate al punto 2.1, all’indirizzo: amministrazione.centrale@pec.unipd.it.
Il mancato rispetto del termine indicato per la presentazione della domanda di preiscrizione, sia on-line sia cartacea, comporta l’esclusione dalla selezione.
3.2 Documenti da allegare alla domanda di iscrizione.
Alla domanda devono essere allegati gli stessi documenti indicati al punto 2.2.
3.3 Candidati ammessi in possesso di titolo di studio conseguito all’estero – Iscrizione al Corso.
I candidati risultati vincitori nella graduatoria di merito dovranno consegnare, entro e non oltre 16 febbraio 2015 la seguente documentazione:
a) titolo di studio (se conseguito in Paese extracomunitario: corredato di traduzione ufficiale, munita di legalizzazione e dichiarazione di valore in loco rilasciata dalla competente Rappresentanza italiana);
b) copia della ricevuta di versamento del contributo di iscrizione di € 840,50 (Allegato A dell’Avviso di Ammissione al master per il pagamento sul conto corrente bancario dell’Università degli Studi di Padova, IBAN: IT81V0622512186100000300875 Cassa di Risparmio del Veneto SpA – Ufficio di Tesoreria) - la copia può essere anticipata via fax al nr. 049 8276386;
c) una fotografia formato tessera recante, sul retro, il nominativo del corsista in stampatello e la denominazione del Corso “Finanziamenti Europei”;
d) solo per le candidate: dichiarazione di presa visione del Regolamento per la frequenza dei laboratori da parte delle studentesse in stato di gravidanza (Allegato B dell’Avviso di Ammissione al corso);
e) permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura territorialmente competente, se studenti extracomunitari che intendano soggiornare in Italia per un periodo superiore ai 90 giorni consecutivi in un semestre.
Per la richiesta del permesso di soggiorno è attivo il servizio Sportello Accoglienza Ospiti Stranieri dell’ Università di Padova.
Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/
4. PUBBLICAZIONE DELLE GRADUATORIE
I risultati delle selezioni saranno resi pubblici a partire dal 12 dicembre 2016 direttamente alla pagina: http://www.unipd.it/corso-aggiornamento-europrogettazione.
I corsisti ammessi potranno effettuare versamento della prima rata del contributo di iscrizione di € 840,50 (Allegato A dell’Avviso di Ammissione al master per il pagamento sul conto corrente bancario dell’Università degli Studi di Padova, IBAN: IT81V0622512186100000300875 Cassa di Risparmio del Veneto SpA – Ufficio di Tesoreria) - la copia può essere anticipata via fax al nr. 049 8276386;
5. IMMATRICOLAZIONE DEGLI AMMESSI
I candidati risultati vincitori nella graduatoria di merito dovranno consegnare, entro e non oltre 22 dicembre 2016 la seguente documentazione:
a) copia della ricevuta di versamento del contributo di iscrizione di € 840,50;
b) una fotografia formato tessera recante, sul retro, il nominativo del corsista in stampatello e la denominazione del Corso “Finanziamenti Europei”;
c) solo per le candidate: dichiarazione di presa visione del Regolamento per la frequenza dei laboratori da parte delle studentesse in stato di gravidanza (Allegato B dell’Avviso di Ammissione al corso)
Le iscrizioni dei candidati chiamati a subentrare ai rinunciatari dovranno esser presentate entro il 25 dicembre 2016.

Per informazioni:
Università degli Studi di Padova
Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali
Via del Santo, 28
35123 – Padova
Tel.: 049/827.4040
email: claudio.zoppini@unipd.itekaterina.domorenok@unipd.it.